Residenza di imposta: vantaggi e svantaggi

Le nazioni potenti del nostro pianeta, che applicano le alte aliquote di imposta, illustrano sempre più l'iniziativa in termini di offrire la resistenza alle giurisdizioni con le aliquote di imposta basse. È importante capire che lo stato residente di imposta sia la base principale per la determinazione dell'aliquota di imposta delle attività della società. La residenza di imposta delle persone fisiche è risoluta in base al tempo reale, che è passato sul territorio della giurisdizione pertinente, considerando le informazioni e le note degli uffici dogane. Quanto agli enti giuridici, tutto non è così semplice, in particolare là non è le regole fisse per la determinazione della residenza di imposta.

Pratica internazionale

Nella pratica internazionale, le tasse corporative principalmente si applicano alle società straniere e locali, che implementano le attività economiche ed imprenditoriali sul territorio della giurisdizione pertinente. Se una società è compresa e registrata nel territorio di un paese particolare, può essere considerato un residente di imposta.

Allo stesso tempo, tutte le autorità competenti fiscali e possono regolare le attività delle agenzie straniere e delle società, che funzionano nella giurisdizione. Tutto molto di più è complicato con le attività delle società, che sono situate fuori della giurisdizione, ma è diretto dalla società che è registrata nella giurisdizione. Tali difficoltà soprattutto sono associate con la difficoltà di ottenere le informazioni necessarie sugli ultimi beneficiari e sui fondatori della società dalle giurisdizioni offshore.

Queste difficoltà particolari hanno reso questo schema popolare per il ritiro e l'ottimizzazione della base tassabile e le attività finanziarie sono ritirate nelle giurisdizioni offshore.

Criteri per la residenza di imposta della società

Dovrebbe essere notato che i criteri per la determinazione della residenza di imposta di un ente giuridico possono essere molto differenti. Nella pratica internazionale corrente, è corrente distinguere due criteri principali per la residenza di imposta, in particolare questi è:

  • Incorporazione dell'ente giuridico;
  • Funzioni di gestione e di controllo.

Molti paesi usano entrambi i criteri quando determina la residenza di imposta della società, che cosa può condurre al fenomeno di doppia residenza di imposta. La pratica indica che è abbastanza difficile da determinare la residenza residente di imposta e di stato della società.

L'essenza della residenza di imposta

Lo stato della residenza di imposta per gli enti giuridici fisici ed è i criteri principali per l'applicazione dell'aliquota di imposta appropriata. Se la persona, che non fa gruppi lo stato di un residente di imposta, paga le tasse soltanto sul reddito che è guadagnato nel territorio di questo paese, quindi la persona con lo stato di un residente di imposta paga le tasse su tutto il reddito, con noncuranza il paese della loro origine. Per evitare la possibilità di doppia imposizione, gli stati concludono gli accordi internazionali bilaterali, che sono puntati sulla prevenzione di tale situazione.

Alcuni paesi particolari possono praticare l'approccio differente nella determinazione della residenza di imposta. Così, niente di meno il metodo popolare di determinazione della residenza è basato sui criteri, che contribuiscono ad identificare la relazione reale della società con i paesi stranieri, indipendentemente dalla giurisdizione dove la società è registrata. Qui i criteri principali è le funzioni direttive, che, al loro giro, comprende parecchie caratteristiche. In particolare:

  • Le riunioni del consiglio d'amministrazione;
  • Posto di gestione operativa;
  • Posizione della sede sociale e delle altre costruzioni amministrative;
  • Posizione della documentazione finanziaria e dell'archivio della società.

Questo approccio è caratterizzato dal fatto che gli enti giuridici sono suscettibili agli stessi criteri di determinazione della residenza tassabile come le persone fisiche. Il posto dell'incorporazione e della registrazione della società rimane i criteri principali, ma non è l'aspetto più importante. Il fattore determinante è le relazioni reali della società con altra una o giurisdizione, vale a dire, la posizione della società, dove l'attività economica principale è effettuata, della residenza dei fondatori, ecc.

Le seguenti funzioni sono considerate le attività economiche reali della società:

  • Gestione della società;
  • Prendere le decisioni si è riferito all'attività economica della società;
  • Le riunioni del consiglio d'amministrazione.

Questo approccio lungamente è stato utilizzato come la base per la determinazione della residenza di imposta nel diritto internazionale. Sempre più i paesi adottano questa esperienza, che concede applicare il sistema tassabile nazionale per le società che sono registrate all'estero, ma svolgere la loro attività economica presso il paese.

Il destinatario reale dei profitti: confusione nella definizione

Dovrebbe essere notato che il concetto del destinatario reale dei profitti è studiato non abbastanza ed ha alcune interpretazioni differenti, che cosa conduce alla grande confusione. In primo luogo di tutti è necessario da chiarire che i concetti “proprietario utile„ e “destinatario reale dei profitti„ hanno un significato legale completamente differente.

Spesso, parlando di un proprietario utile, uno implica il proprietario reale della società o dell'affare. Questa definizione si riferisce all'ultimo beneficiario, che usa, per la fiducia delle informazioni, di varie opportunità, compreso il servizio del candidato, gli amministratori ed i fondi offshore.

È interessante prestare attenzione ai parametri che determinano il destinatario reale dei profitti, che sono indicati nelle annotazioni dell'organizzazione per la cooperazione economica e lo sviluppo (OCSE). In particolare l'OCSE determina quanto segue:

  • Il proprietario utile non è realmente il destinatario reale dei profitti;
  • Gli agenti, i mediatori, l'avvocato o i possessori nominali delle sicurezze della società non possono essere considerati come il destinatario reale;
  • La società, che è creata per l'ottimizzazione di imposta a scapito di partecipazione agli accordi internazionali e che espleta soltanto le funzioni amministrative, non può essere riconosciuta come il destinatario reale.

Cioè il destinatario reale del profitto può essere considerato una persona, che è il destinatario reale del reddito. L'utente reale riceve il profitto definito a sua disposizione completa e rispettivamente, deve pagare la rispettiva tassa del paese. Ma in pratica, tutto può essere un poco differente. Principalmente, la società indica che il reddito sarà pagato ad una persona sicura, ma questa persona è usata soltanto per la transizione delle attività finanziarie e l'ultimo beneficiario rimane sconosciuto.

Per identificare tali fatti, quando l'affare privato usa gli schemi abili per celare gli ultimi beneficiari e proprietari dell'affare, è progettato per usare una gamma di strumenti e di misure preventive. Fra loro, c'è lo scambio di informazioni fra le amministrazioni fiscali di tassa statale. Secondo gli esperti, l'efficace scambio di informazioni permetterà tassare i proprietari reali, ma non le entità convenzionali che hanno determinate indennità fiscali.

Scambio di informazioni come componente del deoffshorization

Le organizzazioni internazionali, che mettono sulla resistenza alle giurisdizioni offshore, sviluppano e implementano una serie di misure preventive. Il posto speciale, fra tali misure, è dato allo scambio di informazioni fra le strutture fiscali straniere. Oggi, tali accordi sono stati firmati da più di 60 paesi nelle varie parti del mondo.

Oggi, gli sforzi principali di tali organizzazioni sono concentrati sull'organizzazione dello scambio di informazioni automatico, che concede ottenere le informazioni necessarie in poco tempo. Inoltre, è progettato per organizzare le verifiche di un'imposta del giunto. Le convenzioni e gli accordi internazionali prevedono la cooperazione attiva degli stati nelle emissioni dell'imperfezione di imposta. Secondo gli esperti, questo approccio concederà restituire i pagamenti obbligatori del bilancio, anche se i beni reali del contribuente sono all'estero.

Tassi la residenza per le persone fisiche – la definizione e caratteristiche

Per le persone fisiche le relazioni economiche con lo stato sono sviluppate su una base territoriale. Cioè la residenza di imposta è risoluta in base alla residenza della persona fisica. È importante capire che una persona, che possiede uno stato residente di imposta, abbia obblighi determinati di un'imposta allo stato. Il residente deve pagare le tasse su tutti i suoi redditi, indipendentemente dal paese della loro origine.

Per le persone, che non possiedono tale stato, gli obblighi di imposta allo stato possono essere limitati. In particolare, le tasse sono pagate soltanto sui profitti, che sono guadagnati direttamente in questa giurisdizione.

I criteri della presenza reale della persona fisica sul territorio di un paese sicuro sono non solo quello quando determina la residenza di imposta. Le relazioni del contribuente con le altre giurisdizioni possono essere caratterizzate non solo dalla presenza fisica. Gli altri segni, che indicano le relazioni fra uno stato straniero ed il contribuente, possono essere considerati qui.

Una persona fisica può essere considerata un residente di imposta in base al diritto di proprietà, che si acquista in una giurisdizione data. Per esempio, le norme della legge fiscale della Francia riconoscono che nel caso di disponibilità di una casa permanente in Francia dalla persona fisica, può essere assegnato uno stato di un residente di imposta. Ed in Regno Unito, il proprietario può ottenere uno stato residente, se ha visitato almeno una volta il paese nel corso dell'anno.

Lo stato della residenza di imposta può anche essere riconosciuto nel paese, in cui tutti gli interessi vitali di base della persona fisica sono concentrati. Il paese, in cui un contribuente ha le forti relazioni economiche e personali, può riconoscere la residenza di imposta di questa persona. Per determinare tali relazioni varie circostanze di vita sono studiate. Nel determinare una residenza in base a questo criterio l'importanza particolare è messa sui seguenti criteri:

  • Relazioni di famiglia e del sociale della persona;
  • Attività culturali e politiche della persona;
  • Occupazione e una sede di attività della persona;
  • Posto della gestione della proprietà ed ecc. della persona.

Per esempio, a Lussemburgo, se la persona fisica dirige il suo affare dal territorio di questo paese o è un investitore diretto nell'economia nazionale, può contare sull'assegnazione dello stato del residente di imposta.

La residenza di imposta come conseguenza di proprie

L'espressione della volontà libera del contribuente potenziale, può trasformarsi in in una terra per l'assegnazione dello stato del residente di imposta. Per esempio, negli Stati Uniti d'America, per la gente, che è arrivato per la prima volta al territorio del paese, c'è una possibilità di determinazione della residenza di imposta su richiesta della persona.

Lo stato di un residente di imposta, che è ottenuto alla sua propria iniziativa, non dovrebbe essere confuso con lo stato che è ottenuto per difetto, in base alla legislazione corrente. Per esempio, se arrivate in Gran Bretagna nel quadro di un contratto di lavoro per un periodo di più di due anni, riceverete automaticamente la residenza di imposta per il periodo definito conformemente alla legge.

Residenza e doppia imposizione doppie

Applicando gli approcci differenti nella determinazione della residenza di imposta, alcuni stati possono duplicare tali funzioni. In particolare, un contribuente può essere assegnato per raddoppiare o persino triplicare la residenza di imposta. In tale situazione, i rischi del contribuente per pagare le tasse statali presunte parecchie volte.

Gli accordi internazionali speciali, che sono puntati sulla prevenzione della doppia imposizione, sono chiamati per risolvere questo problema. Qui, il fattore determinante nella determinazione della residenza di imposta è un indicatore di una residenza permanente. Quindi, se due paesi fingono alla residenza di un residente particolare di imposta, la decisione sarà a favore del paese in cui la persona ha una residenza permanente.

Ma in pratica ci sono casi quando i criteri della residenza non possono essere usati per determinare la residenza di imposta. Una persona non può risiedere nel territorio di entrambi i paesi, o viva in questi due paesi. In tali situazioni, il fattore determinante è la nazionalità del contribuente.

Termine della residenza di imposta

Determinate conseguenze legali possono trasformarsi in in una terra per cessare una residenza fiscale. Per esempio, in alcuni paesi, chiudere una residenza di imposta, un cittadino non dovrebbe essere presente nello stato per i più di 183 giorni. Lo stato può anche fissare un determinato periodo durante cui una persona conserva la sua residenza di imposta.

Inoltre, la legislazione corrente può stabilire una serie di procedure, che precedono il completamento della residenza di imposta. Queste procedure sono fornite per le persone che si muovono fuori del paese e perdono lo stato di un residente di imposta. Per esempio, nel Brasile, una persona che va il paese deve ripagare i suoi debiti di imposta e fornire la dichiarazione dei redditi appropriata.

E garanzie speciali di pratica di alcuni paesi, che contribuiscono all'adempimento degli obblighi di imposta allo stato.


Ricevi il consiglio libero

Invii la vostra domanda per ricevere il consiglio libero da uno degli esperti internazionali

Richiama
Yandex.Metrica